Elegant and Classic Gothic Style

Reply

Il Galateo.

« Older   Newer »
Ninfa Silvestre
view post Posted on 22/9/2008, 21:44 Quote




In italiano il termine galateo definisce l'insieme di norme comportamentali con cui si identifica la buona educazione: è un codice che stabilisce le aspettative del comportamento sociale, la norma convenzionale. Sinonimi sono etichetta e bon ton. Il nome galateo deriva da quello del primo trattato sull'argomento, il Galateo overo de' costumi di Mons. Giovanni della Casa pubblicato nel 1558.

In molti paesi il termine impiegato è connesso con l'italiano etichetta, lo spagnolo etiqueta e il francese étiquette. E' molto suggestiva, anche se non corretta, l'etimologia popolare della parola etichetta come diminutivo di etica (quel ramo della filosofia che si occupa di ciò che è buono, giusto o moralmente corretto): viene infatti spontaneo pensare che si tratti di un'etica "minore" applicata non ai grandi problemi della vita morale ma ai semplici problemi della vita di ogni giorno.

In generale, il galateo è un codice non scritto, anche se può in alcuni casi dar luogo a codificazioni scritte.

Esempi di norme di galateo:

-Al ristorante: il cameriere serve il cliente alla sua sinistra (nel servizio all'inglese) e toglie il piatto alla sua destra; Apposite norme regolano come deve essere apparecchiata la tavola; il tovagliolo si tiene aperto sulle gambe, schiena eretta, staccata dalla sedia. In caso di emissione di rumori corporali non bisogna assolutamente chiedere scusa, i presenti potrebbero non essersene accorti. Il capotavola aspetta che i piatti di tutti i commensali siano serviti, e viceversa i commensali aspettano che il capotavola inizi per primo il suo pranzo. Prima di servire il secondo, bisogna aspettare che tutti i commensali abbiano terminato il primo. È maleducazione mangiare il pane prima di essere serviti o fra un piatto e l'altro, bere senza prima aver passato l'acqua/vino al commensale alla propria destra o sinistra che ha il bicchiere vuoto.

-Nelle presentazioni: si presenta sempre la persona più importante per prima preceduta dal titolo di maggiore rilievo (di studio o incarico professionale), la stretta di mano non avviene mai da seduti ma alzandosi in piedi e porgendo la mano destra, ed è la persona alla quale si presenta, non quella presentata, che dovrebbe porgere per prima la mano. Per l'uomo è d'obbligo alzarsi, mentre non lo è per le donne.

-Rivolgendosi a chi non si conosce: è d'obbligo dare del "Lei" ed è sempre la persona più anziana a decidere se le si deve dare del "Lei" oppure se dare del "Tu" all'interlocutore. È atto di scortesia da parte dell'interlocutore più giovane chiedere all'altro di dargli del "Tu" per via della minore età.

-Ha diritto a scegliere il registro della conversazione, e ad essere presentato per primo, in ordine di priorità: la persona più anziana, la donna prima dell'uomo, la persona più importante (es. Capo/dipendente, dottore/diplomato, etc.). Quindi in ordine più dettagliato: la donna più anziana, la donna più giovane e/o "importante", l'uomo più anziano e/o "importante", l'uomo più giovane.

Vi riporto qui di seguito le principali norme del Galateo -_- Cose da non fare a tavola secondo il galateo
- Augurare buon appetito
-Toccarsi i capelli, allentare cinture e/o bottoni
-Truccarsi
-Parlare con la bocca piena
-Leggere
-Telefonare
-Parlare ad alta voce con persone all'altro capo della tavola
-Fumare
-Tenere i gomiti sul tavolo
-Mangiare con i gomiti alti
-Tenere le mani sotto il tavolo
-Alzare il mignolo mentre si beve
-Sorseggiare la minestra
-Soffiarsi il naso
-Poggiare le posate sporche sulla tovaglia
-Alzarsi prima che tutti abbiano terminato ma se è proprio necessario almeno chiedere scusa, giustificando l'azione
-Masticare i cibi con la bocca aperta e fare rumore
-Se si porta una cravatta, slacciarla posandola sulla sedia o intorno al collo
-Usare le mani per espellere i noccioli, solo nel caso in cui si siano portati alla bocca con una posata; qualora infatti si sia portato un alimento alla bocca con le mani si devono poi riportare eventuali scarti al piatto con le mani, ovviamente con discrezione.

Come comportarsi sui mezzi di trasporto

-Se l'autista si ferma per aspettarvi è educato ringraziare
-Non origliare i discorsi altrui
-Prima di scendere dal treno, augurare un buon viaggio a chi prosegue
-Non urlare al cellulare
-Silenziare la suoneria del cellulare
-Tenere walkman a basso volume
-Domandare a persone anziane o donne incinte se desiderano sedersi, e cedere il posto.

Come comportarsi in automobile

-Chiedere alla persona più anziana, più alta o che soffre il mal di macchina se vuole disporsi nel posto davanti, a fianco del guidatore;
-Se in macchina stanno due coppie, disporsi in modo che stiano vicini due uomini e le due donne. Se guida un uomo, andrà avanti il maschio dell'altra coppia; viceversa, andrà avanti la femmina se guida una donna.

Al ristorante e nei locali

-Entra prima l'uomo, che tiene aperta la porta e fa passare la propria signora. Il principio fondamentale è che l'uomo deve fare da "parafulmine" alla donna entrando per primo in un qualsiasi luogo pubblico, e controllando in tal modo anche che il luogo sia "consono".
-Quando il cameriere arriva per l'ordinazione, siate chiari e non fate confusione.
-Non assaggiare dal piatto di altri e se lo fate assicuratevi che la persona che vi offre l'assaggio sia sinceramente disposta.
-In caso di problemi, chiedere del direttore o del proprietario e non lamentarsi con il cameriere.
-Non chiamare il cameriere e se proprio è necessario farlo con un piccolo gesto della mano.
-Si utilizzano prima le posate più esterne e via via quelle più interne. Terminata una portata non si lasciano ai lati del piatto a mo' di "remi", ma (parallele) nel piatto nella posizione delle "6.30" o delle "4.20" con il coltello a destra e la lama rivolta verso la forchetta.
-Servire le bevande alla destra dei commensali, e il cibo da sinistra. I bicchieri sono disposti dalla sinistra verso la destra del commensale: il più alto per l'acqua, medio per il vino bianco, il terzo per il vino rosso. Un eventuale quarto bicchiere serve per accompagnare il dessert. Le coppie di posate sono al massimo tre: quelle per il dolce e il dessert sono poste in orizzontale davanti ai commensali; le forchette a sinistra e i coltelli a destra del commensale, ponendo più all'esterno le coppie da utilizzare per prime.
-Si accompagna la donna alla propria sedia, facendola accomodare. dopodiché l'uomo si va a sedere.

Al cinema o al teatro

-Ci si toglie il cappello e si evitano pettinature troppo "verticali"
-Si spegne il cellulare o almeno lo si mette silenzioso
-Se si tratta di un concerto di musica classica è d'obbligo il silenzio, per rispetto degli artisti
-Si deve fare sedere prima la propria signora, poi l'uomo

Varie cose da non fare

- Dire salute quando un presente starnutisce, può provocare imbarazzo dato che lo starnuto attira l'attenzione dei presenti e non è mai "bello" da vedere e sentire (bisogna comunque attutire lo starnuto con un fazzoletto aperto e girandosi, non trattenerlo o fare la doccia a chi ci sta di fronte).
-Masticare gomme quando si parla
-Sedersi con le mani dietro la testa e mostrare le ascelle
-Bere dalla bottiglia
-Chiedere chi è invitato
-Dire "permesso", basta bussare
-Quando ci si presenta, dire "piacere"
-Salutare con "salve"
-Fare domande sfacciate
-Trattare argomenti imbarazzanti e/o scabrosi
-Fingere conoscenze che non si hanno
-Indossare un fazzoletto da taschino, che abbia lo stesso colore della cravatta
-Masticare a bocca aperta
-Origliare
-Presentarsi a casa di qualcuno senza avvertire
-Tenere gli occhiali da sole durante le presentazioni
-Tenere gli occhiali sopra la testa
-Parlare davanti alle persone con gli occhiali da sole
-Toccarsi i capelli
-Dare la mano con i guanti
-Permettersi di togliersi la giacca in presenza di signore senza chiedere.

Si ringrazia www.wikipedia.it per l'uso delle informazioni qui riportate.

Bene ragazzi, questa e' la concezione di "buone maniere" in Italia. Mi rendo conto che al giorno d'oggi il Galateo e' caduto totalmente in disuso, e che sarebbe estremamente complicato ma allo stesso tempo soddisfacente trovare persone che oggi stimino anche solo 5 delle norme qui riportate.
E voi, cose ne pensate di quello che e' stato un tempo il concetto del "saper comportarsi" in Italia?
Trovate il Galateo decisamente out, o ci sono in esso regole che credete dovrebbero essere seguite anche oggi?
Ci sono norme che vi sono parse decisamente buffe e esagerate?
Il Galateo combacia con la vostra concezione di "buona educazione"?

Attendo con ansia e curiosita' le vostre risposte, e l'evolversi della discussione per esprimere i miei pareri.

Che si apra il dibattito, a voi la parola! ^_^


 
Top
view post Posted on 23/9/2008, 13:13 Quote
Avatar

A.D.I.D.A.S.

Group:
Member
Posts:
3,202
Location:
il buco del c#§o di questo pianeta

Status:


il Galateo... che dire?
credo che molte volte sia imbarazzante se si cerca di seguirlo alla lettera. Infatti non tutti hanno la stessa concezione di buone maniere e il seguirle in maniera diversa, il sentirsi obbligati in certi gesti credo che provochi del disaggio nella sacializazione.

personalmente penso che la buona educazione (o galateo) sia un utopia e se qualcuno non lo segue non me la prendo ne mi offendo. per molte cose, non si tratta si educazione ma di igiene ad esempio non toccarsi i capelli a tavola o truccarsi... sono cose anti igieniche e per quanto riguarda il trucco anche poco rispettose...


"Abbiamo sete di omicidi i tecniche di tortura, di questo lato freddo e delicato dell'essere umano. Le persone come noi a volte vengono chiamate GOTH"
banner_5

Vampiri e rocker sono delle cose immortali.

firmass2.th
HATE YOUR CAGE, NOT YOUR RAGE
 
PM Email Web Contacts  Top
Nalea Erie
view post Posted on 23/9/2008, 13:26 Quote




Ma e` anche vero che al giorno d'oggi manca parecchio...

Anche se non arriviamo al livello del Galateo completo qua ci sono molte persone che mancano di una vera educazione...
Specialmente in questi punti:

-Masticare gomme quando si parla (che tra l'altro io aggiungerei anche "masticare gomme aprendo sempre la bocca)
-Masticare a bocca aperta
-Presentarsi a casa di qualcuno senza avvertire

 
Top
Hetty
view post Posted on 3/10/2008, 12:53 Quote




Mhmm, alcune cose sono ovvie, ma altre... perché è da maleducati dire salve? O_o
 
Top
Nalea Erie
view post Posted on 3/10/2008, 17:11 Quote




Questa non l'ho capita nemmeno io... Difatti non vedo l'ora di incontrare qualcuno che me lo possa spiegare...
 
PM  Top
AION's shadow
view post Posted on 30/10/2008, 19:47 Quote




L'Educazione è una cosa che si riscontra raramente... Non dico di rifarsi al Galateo in ogni occasione, ma le basi dovrebbero essere fondamentali per un vivere comune...
In ogni caso:

Salve in lingua latina augurava "Stai bene". Ha tono amichevole e familiare. "Salve" è dunque una forma di saluto (e di buon augurio) ed ha un uso prevalentemente colloquiale: implica cioè una situazione di pur minima confidenza. Sta a metà strada tra il familiare "ciao" e il più rispettoso "buongiorno" e spesso la si usa proprio nei casi in cui si è indecisi nel tono da dare a un colloquio. Per questo un "superiore" schizzinoso potrebbe ritenere poco rispettoso un "salve" ricevuto da un inferiore.

Se necessita altro... Per Servirvi... ^_^
 
Top
Hetty
view post Posted on 20/11/2008, 12:32 Quote




Il problema è nelle mail: se io metto buongiorno e il ricevente legge solo di sera?
Con salve tagliavo la testa al toro XD
 
PM  Top
AION's shadow
view post Posted on 20/11/2008, 20:43 Quote




Bé, le persone neanche lo conoscono il Galateo!! Basta evitare le volgarità tipiche, e per il resto si passa sempre per persone educate... :lol:
 
PM  Top
Nalea Erie
view post Posted on 7/12/2008, 20:04 Quote




CITAZIONE
Bé, le persone neanche lo conoscono il Galateo!

Anche questo è vero... Quando lo spiegavano sembravano troppo rigidi, ora che non lo insegna più nessuno la gente si lamenta dell'educazione scadente bah...
 
PM  Top
+ Kidekukka +
view post Posted on 30/1/2009, 13:18 Quote




CITAZIONE (Nalea Erie @ 7/12/2008, 20:04)
CITAZIONE
Bé, le persone neanche lo conoscono il Galateo!

Anche questo è vero... Quando lo spiegavano sembravano troppo rigidi, ora che non lo insegna più nessuno la gente si lamenta dell'educazione scadente bah...

Io aggiugerei "si lamenta dell'educazione scadente portando avanti gli stessi comportamenti tanto criticati"... Mi è capitato troppe volte di assistere a scene simili, all'inizio mi indispettivo (nella maggior parte dei casi, infatti, sono parenti anche attempati...), ormai la prendo con tranquillità limitandomi a tacere sorridendo in modo un po' "amaro"...
 
Top
Quietus
view post Posted on 24/2/2009, 21:10 Quote




Il mio parere è un pò spietato. Io direi di ignorarlo, ma questa considerazione scaturisce dal mio spirito libero, ovvero, detesto quando qualcuno mi dice cosa devo fare, come mi devo comportare.

Però in effetti, a volte manca proprio..ci vorrebbe del buon senso.

ma dipende dai casi, insomma se voglio appoggiare i gomiti sul tavolo mentre mangio perchè sono più comodo (non sò come ma vabbè XD) perchè non posso farlo? :P

Credo che il galateo sia una cosa esagerata, prima di tutto la gente dovrebbe imparare l'educazione, ovvero la base del comportamento a mio parere. il galateo è da considerarsi un'espansione.
 
Top
Nalea Erie
view post Posted on 26/2/2009, 14:23 Quote




Beh è vero! non puoi imparare il Galateo per forza altrimenti lo odi e inizi a fare il contrario... Ti quoto per il buon senso, tutto proviene da quello! Forse il galateo è solo un mezzo con la quale una persona insicura può comportarsi nella società...

Educazione e galateo non sono la stessa cosa? forse per galateo si è finito per intedere l'educazione del '900, ma penso che invece siano sinonimi...

Sui gomiti a tavola lo faccio anch'io, alla fine mica vivo a Versailles, se mangio in una pizzeria è quasi inutile utilizzare forchetta e coltello... me la gusterei poco...

Secondo me è il buon senso che deve far capire all'individuo quando è bene essere educati e quando, invece lasciarsi andare nel privato ^ ^ Io a casa mia, con mio fratello e mie sorelle, ne faccio di tutti i colori... Ma magari quando sono fuori con un ragazzo mi comporto diversamente, piu' femminile insomma :lol:
 
PM  Top
Quietus
view post Posted on 26/2/2009, 18:30 Quote




bhe si è giusto bisogna anche essere liberi.
In effetti, hai ragione sulla storia del galateo del '900, al giorno d'oggi ci si stà dimenticando proprio dell'educazione.

CITAZIONE
Ma magari quando sono fuori con un ragazzo mi comporto diversamente, piu' femminile insomma

mmm, si, alla fine si vuole dare una buona impressione mentre si "tasta il terreno", una volta preso confidenza con la persona con cui si esce però, è proprio il lasciarsi andare che rende tutto più bello (chiaramente senza cadere nell'assurdo/banale/triste).
 
PM  Top
+ Kidekukka +
view post Posted on 27/2/2009, 11:35 Quote




CITAZIONE (Quietus @ 24/2/2009, 21:10)
Il mio parere è un pò spietato. Io direi di ignorarlo, ma questa considerazione scaturisce dal mio spirito libero, ovvero, detesto quando qualcuno mi dice cosa devo fare, come mi devo comportare.

Però in effetti, a volte manca proprio..ci vorrebbe del buon senso.

ma dipende dai casi, insomma se voglio appoggiare i gomiti sul tavolo mentre mangio perchè sono più comodo (non sò come ma vabbè XD) perchè non posso farlo? :P

Credo che il galateo sia una cosa esagerata, prima di tutto la gente dovrebbe imparare l'educazione, ovvero la base del comportamento a mio parere. il galateo è da considerarsi un'espansione.

Non è spietato, anzi! Molto interessante, e l'ultima frase la quoto in pieno: senza l'educazione il galateo non avrebbe assolutamente senso, sarebbe solo un rituale privo di significato (un po' come quelli che ti dicono di non poggiare il cappello sul letto ma se chiedi il perchè non lo sanno...)

 
PM  Top
Nalea Erie
view post Posted on 2/3/2009, 10:37 Quote




CITAZIONE (Quietus @ 26/2/2009, 18:30)
CITAZIONE
Ma magari quando sono fuori con un ragazzo mi comporto diversamente, piu' femminile insomma

mmm, si, alla fine si vuole dare una buona impressione mentre si "tasta il terreno", una volta preso confidenza con la persona con cui si esce però, è proprio il lasciarsi andare che rende tutto più bello (chiaramente senza cadere nell'assurdo/banale/triste).

Ah beh certo!
Non passo dalla carina tenerina alla scaricatrice di porto subito ^___^;;;

Il che non vuol dire nemmeno che io sia una rude che nasconde il tutto in una falsa eleganza!

Il problema è questo forse: molti pensano che l'educazione sia una costrizione, che non appartenga al naturale modo di essere, quindi la odiano e fanno di tutto per agire in un modo che ritengono "il loro vero io"... anche se poi alla fine finiscono terribilmente per ricercare l'eleganza...

 
PM  Top
17 replies since 22/9/2008, 21:44
 
Reply